Quando si parla di internazionalizzazione e di PMI, spesso si fa’ riferimento alle difficolta che queste trovano nel portare i propri prodotti di eccellenza all’estero. Manca la forza di uno studio approfondito dei mercati adatti e manca il know how per aggredirli. Proprio per aiutare le imprese a fare un salto di qualità dandosi l’opportunità di aprirsi al mondo dell’export, Nina e la CNA di Roma hanno creato la CNA Academy.

L’obiettivo è quello di offrire una formazione attiva che possa aiutare le imprese ad ampliare i propri orizzonti di business. Le modalità didattiche dinamiche e il focus su problemi concreti legati all’internazionalizzazione rendono il progetto un ottimo modo per allargare gli orizzonti anche delle micro imprese che vorrebbero far conoscere i proprio prodotti all’estero.

Per permettere di dare un quadro ampio delle opportunità esistenti, l’Academy spazia tra tutti i continenti. Nelle ultime edizioni sono stati realizzati focus su Bulgaria, Romania, Bosnia, Stati Uniti, Cuba, El Salvador, Russia e Paesi Arabi del Golfo. La presenza di relatori di prestigio ha garantito un alto livello qualitativo teorico unito ad un solido approfondimento delle modalità operative e pratiche legate al mondo dell’internazionalizzazione. L’obiettivo dell’intera iniziativa, infatti, è proprio quello di mettere le PMI nelle condizioni di capire quali passi vanno mossi per esportare con profitto all’estero.

Il successo di questo modello vede e vedrà un costante ampliamento degli orizzonti geografici dell’iniziativa. La nuova edizione vedrà l’approfondimento su Paesi come Canada, Svezia, Svizzera, Francia Marocco, Germania, Giappone, Cina e molti altri. Nonostante inizino a spirare venti protezionistici oltreoceano, le nuove opportunità di partnership commerciale aperte anche grazie al dinamismo dell’Unione Europea (sul modello di quanto fatto con Canada e Giappone) aprono scenari importantissimi per le aziende che stanno pianificando un ingresso sui mercati internazionali.